Birre a bassa fermentazione (Lager)

Il termine Lager (in tedesco: deposito, magazzino) è usato per indicare le birre prodotte con lievito a bassa fermentazione (il Saccharomyces uvarium, o Carlbergensis), che agisce a temperature più basse (dai 5 ai 12 gradi circa) rispetto alle Ale, e durante il processo di fermentazione si colloca sul fondo del tino di fermentazione.
Le Lager sono le birre più diffuse nel mondo, tendenzialmente chiare con un grado di amaro non accentuato, dall’alcolicità variabile e non particolarmente caratterizzate negli aromi e nel gusto.

Principali stili di birra a bassa fermentazione:

Bock
Origine: Einbeck (Germania); colore da ambrato o bruno, densa, corposa, dal deciso sapore di malto; gradazione alcolica intorno al 6.5%. Si serve a non meno di 9°C, nel boccale di ceramica. È tradizione che i mastri birrai diano alle Bock un nome che finisce in “-ator”.
Di questo stile esistono più varianti in relazione al colore e alla gradazione alcolica:

  • Maibock o Helles Bock: versione dal colore chiaro della Bock prodotta esclusivamente per la stagione primaverile; si caratterizza per le forti note di malto;
  • Doppelbock: colore ambrato o bruno, aroma fortemente maltato, schiuma cremosa e persistente; gradazione alcolica dal 6% ad oltre il 10%;
  • Eisbock (tipica del Circondario di Kulmbach), colore marrone scuro, gusto deciso e aroma dolcemente maltato; gradazione alcolica non inferiore al 12%. Prodotta per “distillazione a freddo” di una Doppelbock alla quale viene rimosso il ghiaccio al fine di accentuare la concentrazione della rimanente parte alcolica.

Steam Beer
Origine: California (USA); colore ambrato, dal carattere caramellato e secco e dalla gradazione alcolica intorno al 4,5%. Un ibrido fra Lager e Ale, prodotta dalla Anchor Brewing Company di San Francisco con lieviti da bassa fermentazione molto più resistenti alle alte temperature rispetto ai normali lieviti Lager. Si serve a non meno di 7°C.

California Common
Origine: California (USA); stile che replica il sistema produttivo tipico della “Steam beer”, dato che quest’ultimo, per motivi contrattuali è utilizzabile solo dalla Anchor Brewing Company di San Francisco che ne detiene i diritti.

Dortmunder o Export
Origine: Dortmund (Germania); colore chiaro, abbastanza corposa, poco luppolata; gradazione alcolica fra il 5% e il 6%; Si serve a 8-9°C. Si abbina ad insalate, pesce e pollo.

Bière de mars
Origine: Francia; colore ambrato; prodotta in autunno e consumata per festeggiare l’inizio della primavera. Gradazione alcolica intorno al 5%.

Ice Beer
Origine: Canada; colore biondo pallido, gusto pulito. Gradazione alcolica intorno al 5%. Realizzata con un processo di produzione che prevede un abbassamento graduale della temperatura fino a 4°C sotto zero al termine della fase di fermentazione.

Kellerbier
Origine: Germania; colore ambrato, leggermente torbida (non filtrata), gusto fresco ed equilibrato con un buon tenore di luppolo; gradazione alcolica generalmente intorno al 5%.

Krausenbier
Origine: Germania; colore chiaro, leggermente torbida (non filtrata), gusto rinfrescante; gradazione alcolica generalmente intorno al 5%. Rifermentazione in bottiglia con carbonazione naturale tramite l’aggiunta di zuccheri di malto non fermentati.

Märzenbier o Oktoberfestbier
Origine: Baviera (Germania); colore dorato intenso, gusto deciso di malto; gradazione alcolica intorno al 6%. La sua produzione nei primi anni dell’Ottocento segnava la fine della stagione birraria (da settembre a marzo): a marzo si produceva l’ultima birra di buona qualità che veniva conservata in cantine al fresco e consumata tra settembre ed ottobre, periodo in cui si organizzavano feste della birra in molte città. Ancora oggi la Märzen è la birra legata all’Oktoberfest, tradizionale festa bavarese, durante la quale viene bevuta esclusivamente in boccali da un litro (mass).

Münchener o Münchner
Origine: Monaco di Baviera (Germania); colore chiaro e in qualche caso ambrato, gusto maltato, poco luppolata, sapore asciutto e speziato; gradazione alcolica intorno al 5%; si serve a 9°C; si abbina a piatti di pollo e piatti a base di pasta. È stato codificato come uno dei primi stili di birra a bassa fermentazione.

Pilsner o Pilsener
Origine: Plzeň (Repubblica Ceca); colore chiaro dorato, sapore delicato con luppolatura elegante ma decisa (luppolo “Saaz” nelle Bohemian Pilsner prodotte in Repubblica Ceca, luppolo “Hallertau” nelle German Pilsner prodotte in Germania); schiuma abbondante con perlage finissimo; gradazione alcolica tra il 4% e il 5%. La Pilsener che si produce a Plzeň riporta l’aggettivo “Urquell” (originale) che protegge il marchio, sottolinea la primogenitura del metodo di fabbricazione e gli ingredienti utilizzati (acqua particolarmente povera di sali, malto “pils” e luppolo “saaz”). Si serve a 9°C.

Rauchbier
Origine: Franconia (Germania); colore scuro, gusto equilibrato e dolce, profumo di malto affumicato; gradazione alcolica intorno al 5%. Prodotta con l’utilizzo di malti la cui germinazione è stata interrotta mediante l’affumicatura con legno di faggio, quercia o betulla.

Schwarzbier
Origine: Turingia (Germania); colore dal marrone chiaro al marrone scuro, gusto deciso di malto tostato con note di cioccolato e liquirizia; gradazione alcolica generalmente intorno al 5%.

Vienna
Origine: Austria; colore rosso ambrato, gusto deciso di malto tostato dal carattere caramellato, schiuma fine e compatta; gradazione alcolica intorno al 6%.

I commenti sono disattivati